Poltrona Frau Designer’s Days

DNA, scenografia di Noé Duchaufour-Lawrance

Poltrona Frau: la passione per la pelle nel sangue.

Poltrona Frau, in occasione dei Designer’s Days, invita Noé Duchaufour-Lawrance a concepire una installazione per il suo flagshipstore parigino in rue du Bac, 29. Spinto dal tema dell’”Identità”, il designer, architetto e scenografo immagina un'installazione dal titolo: DNA.

Componente ereditaria per l'unicità dei prodotti Poltrona Frau, la pelle è il cuore della sua offerta. Materiale vivo e sensuale, è il filo conduttore della storia centenaria del marchio. Il filo che Noè Duchaufour-Lawrance srotola in maniera fisica e palpabile in questa scenografia.

A partire dalla P maiuscola di Poltrona Frau, che è anche l’iniziale della parola Pelle, un’arteria rivestita in pelle arancione di ben 80 metri di lunghezza si distribuisce nello spazio.

Metafora della passione, della maestria tecnica e della libertà creativa che nutrono l'identità delle collezioni di Poltrona Frau, questa arteria prende il volo, si avvolge su se stessa, nello spazio e ingloba di volta in volta quattro modelli iconici, tracciando attraverso di loro un secolo di produzione in movimento. Dal divano Chester One (1912), alla poltrona Vanity Fair (il modello originale della quale risale al 1930), passando per la poltrona Sanluca, concepita da Achille e Pier Giacomo Castiglioni nel 1961, alla poltroncina Archibald, disegnata da Jean-Marie Massaud nel 2009. Questo percorso materializza il saper-fare unico del brand l'esperienza unica del brand che nessuna sfida né ostacolo sembrano poter contraddire.
 

Download

Scroll to top