Lasciati ispirare. Iscriviti alle Newsletter

Kyoto

Gianfranco Frattini

2020

Kyoto

Sobrio e raffinato, il tavolo Kyoto, disegnato dall'architetto e designer Gianfranco Frattini, è espressione perfetta dell'incontro tra visione progettuale e maestria esecutiva. Agli inizi degli anni '70, durante un viaggio in Giappone per studiare l’opera dei maestri locali, Gianfranco Frattini visita le botteghe artigiane di Kyoto insieme al maestro ebanista Pierluigi Ghianda, che diventerà suo amico e collaboratore.

Ispirato dalle tecniche di lavorazione e dall'estetica di quei luoghi, il designer concepisce l’incastro all’origine dell’omonimo tavolo, che entrerà in produzione nel 1974. Kyoto diventa da subito esempio di una sobrietà che, come nella migliore tradizione del design italiano, collega la maestria di idee con la loro impeccabile esecuzione. Nel tavolo Kyoto il concetto costruttivo diventa l’oggetto stesso. L’assenza di elementi decorativi esalta la bellezza della materia prima - gli inserti di noce Canaletto hanno un preciso compito di rinforzo - richiedendo grande abilità e cura nella realizzazione e profonda conoscenza della materia. Rieditato da Poltrona Frau nel pieno rispetto del progetto originale, Kyoto riflette la competenza e la capacità di una nuova leva di artigiani, eredi della ricca tradizione italiana della lavorazione del legno, e si affianca a Albero e Turner come esempio di alta falegnameria.
La finitura in nero, anche questa recuperata dalla versione originale che Frattini progettò insieme all’ebanista, è ottenuta con una verniciatura nera a poro aperto, applicata sulla struttura in legno massello di faggio.
In questa particolare versione per mantenere l’effetto grafico e meccanico allo stesso tempo dell’innesto delle gambe all’interno del carabottino, Frattini decide di colorare le teste delle gambe con una laccatura rosso acceso, in omaggio alla cultura giapponese che è stata fonte di ispirazione per il progetto. Con questo espediente la posizione delle gambe sarà sempre visibile per contrasto cromatico sul top del tavolino, aggiungendo un ulteriore segno distintivo.
Kyoto fa parte della collezione permanente del Museo del Design alla Triennale di Milano.

Il tavolo Kyoto, nelle due versioni faggio e laccato nero, è disponibile nella misura quadrata di 102cm di lato con h 32cm o nel formato 102x50 cm, sempre con h 32cm. La struttura del piano e le gambe sono in legno massello di faggio Extra chiaro, con inserti in legno massello di noce Canaletto in testa alle stecche che costituiscono il top. Le doghe di legno sono unite fra loro con incastri a 45° a formare una trama quadrata. Gambe a chiasmo sfilabili e posizionabili a piacere, nella versione laccata nero sono dipinte in testa di colore rosso opaco. È disponibile anche una versione Mini Kyoto, riproduzione di una parte del top del tavolo in finitura faggio naturale ottenuta con sei moduli a incastro. Tutte le superfici sono trattate con una vernice trasparente protettiva.
Il logo Poltrona Frau e la firma dell'architetto sono incisi al laser su una delle facce dei montanti della gamba.

Dimensioni
SMALL TABLE 102x50 h32
SMALL TABLE 102x102 h32
Scarica
DWG
DWG
3.05 MB
DFX
ZIP
26.68 MB
FBX
ZIP
26.3 MB
MAX
ZIP
24 MB
MTL
ZIP
1.86 KB
OBJ
ZIP
14.11 MB
SKP
ZIP
39.32 MB
2020 Home Collection – NOVITÀ / NEW PRODUCTS 2020
PDF
9.06 MB
Kyoto
PDF
2.62 MB
HOME and NIGHT Collection – 2020
PDF
36.42 MB
Take Your Time 2021 Collection
PDF
12.11 MB
Kyoto IT-EN
Kyoto IT-EN
378.04 KB
Gianfranco Frattini
Disegnato da

Gianfranco Frattini

Entra nel mondo Poltrona Frau, iscriviti alla nostra Newsletter

Scoprirai in anteprima le collezioni, gli eventi, le iniziative e i progetti.