La storia dell’impresa italiana in oltre 50 oggetti

Dal 31 gennaio al 15 aprile 2017

Poltrona Frau Museum ospita la mostra “50+! Il grande gioco dell’industria”

 

Dal 31 gennaio al 15 aprile, Poltrona Frau Museum, associato Museimpresa dal 2013, ospita la mostra, curata da Francesca Molteni, dedicata agli oggetti che raccontano il ‘made in Italy’ e che hanno cambiato costume, storia, economia e stile di vita della società italiana.

 

Un’esposizione iconografica di 50 e più oggetti che hanno fatto la storia dell’impresa italiana, scelti dalle collezioni degli archivi e dei musei associati a Museimpresa, con la collaborazione dei loro curatori.

Una macchina del tempo che prende vita negli spazi del Poltrona Frau Museum, al fine di raccontare la storia del design italiano attraverso gli oggetti, le invenzioni, le intuizioni, gli azzardi nati dall’ingegno dei capitani d’industria e dei poeti delle fabbriche, dei visionari delle officine, nonché delle maestranze.

Una storia comune che collega tutte le eccellenze italiane e che viene narrata nel museo corporate per divulgare non solo l’ esperienza del brand Poltrona Frau, ma anche quella delle grandi aziende che hanno rivoluzionato differenti settori merceologici.

 

Oggetti di storia industriale dalla valenza simbolica straordinaria: sacri e domestici, museali e casalinghi, realizzati da grandi firme o da piccoli artigiani, hanno plasmato l’immaginario collettivo di una nazione con innovazioni tecnologiche rapide, orgogliose e inattese.

Sono grandi, piccoli, evidenti o nascosti, fissi o mobili, potenti, dolci, misteriosi e insospettabili.

 

Questa è la sesta tappa italiana del tour di 50+!, che contemporaneamente sta avendo un grande successo anche all’estero, dove viene promossa e allestita in collaborazione con il MAECI-Ministero degli Affari Esteri e con le Ambasciate italiane locali. Singapore, Dakar e Algeri sono le prossime capitali a ospitare la mostra, mentre Caracas, Kuala Lumpur, Muscat e molte altre hanno già offerto ai visitatori il racconto della storia dell’impresa italiana.

 

 

Comunicato dichiarazione

Nicola Coropulis, Direttore Generale di Poltrona Frau S.p.A

 

“Poltrona Frau è orgogliosa di ospitare all’interno del proprio Museo l’esposizione 50+! come testimonianza del costante impegno dell’azienda a promuovere le eccellenze del Made in Italy, di cui essa stessa nel corso dei suoi 105 anni di storia è diventata un simbolo riconosciuto nel mondo. Inoltre, la possibilità di allargare l’offerta del Poltrona Frau Museum anche a nuovi ed originali contenuti va nella direzione di porre l’azienda al centro del territorio non solo come strumento di benessere sociale, ma anche di arricchimento culturale”

 

 

 

 

Museimpresa – Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa

Nasce a Milano nel 2001 per iniziativa di Assolombarda e Confindustria con l’obiettivo di individuare, promuovere e mettere in rete le imprese che hanno scelto di privilegiare il patrimonio culturale aziendale all’interno delle proprie strategie di comunicazione. La creazione di un sistema di archivi e musei aziendali, la diffusione di standard qualitativi e la promozione del concetto di responsabilità culturale dell’impresa sono tra gli scopi principali dell’Associazione.

www.museimpresa.com

02 58370502 – segreteria@museimpresa.com

 

 

 

 

 

Poltrona Frau Museum

Spazio espositivo aziendale progettato da Michele De Lucchi e ospitato in una porzione dell’edificio industriale di Poltrona Frau a Tolentino, luogo dell’incontro tra la realtà produttiva e il mondo esterno.

La scelta del luogo è un omaggio al territorio marchigiano nel quale l’azienda, fondata a Torino da Renzo Frau nel 1912 si è trasferita all’inizio degli anni ‘60. Un solido legame rafforzatosi nel corso di quasi 50 anni grazie alla competenza del tessuto produttivo regionale e al coinvolgimento della comunità locale.  Interprete dell’eccellenza italiana di cui Poltrona Frau è ambasciatrice nel mondo.

1400 mq totali che custodiscono una collezione di materiale e di documenti originali.

Architettura industriale austera, bianca. Riconoscibile dall’esterno grazie alla lunga parete arancio che abbraccia l’angolo dell’edificio industriale e che nasconde al suo interno un piccolo cortile. Un’area di pacifica tranquillità inaspettata in un ambiente produttivo. L’interno si sviluppa come un grande contenitore di colore grigio dal design essenziale. All’ingresso è presentata “l’intelligenza delle mani” di Poltrona Frau. Competenze uniche che ancora oggi sono parte integrante di ogni suo prodotto. Filmati suggestivi come quadri animati. Fasi di lavorazione descritte come un susseguirsi di gesti antichi, lenti e attenti che si ripetono in un ritmo senza tempo. Un grande patio centrale con un effetto di luce naturale espone la Vanity Fair icona indiscussa dell’azienda e del design italiano, creando una sorta di diaframma tra l’esterno e lo spazio espositivo vero e proprio. Nella grande sala con un alto soffitto sono allestite torri scenografiche di diverse altezze, quattro, sei e otto metri imponenti ed eteree al tempo stesso. Struttura in legno, rivestimento in tela ecrù semitrasparente e illuminazione calda dall’interno. Come enormi lanterne fuori scala che definiscono un’atmosfera quasi magica e che segnano il percorso museale. Da scoprire passo dopo passo. Rifugi espositivi della storia. Raccontata tramite le icone. 11. Interpreti dell’”air du temps”. Epitomi di eccellenza, maestria e design. Trattate come oggetti preziosi nella loro purezza sintattica. O raccontata attraverso le evoluzioni di stili e tendenze scansionati per ventenni. Un piccolo concentrato

di costume. Una ricostruzione fedele, con prodotti originali dell’epoca, che restituisce attraverso alcuni elementi distintivi la suggestione di un periodo storico. Una teca custodisce documenti originali, cartoline, manifesti pubblicitari, cataloghi, schizzi, disegni che raccontano la storia dell’azienda e il contesto internazionale di riferimento. Alla grande mostra storica sono connesse due sale dedicate, la prima ai grandi progetti Contract eseguiti con i più grandi architetti internazionali e la seconda all’Interiors in Motion, ovvero alle più significative realizzazioni di sedute e di allestimenti di interni nel settore dei trasporti automobili, treni, aerei e yacht, grazie alla collaborazione con aziende internazionali eccellenti quali Ferrari, Maserati, Lancia, Pershing, Italo, Etihad Airways.

 

 

Indirizzo Via Cristoforo Colombo – 62029 – Tolentino (Mc)

Date di apertura mostra: 31 Gennaio – 15 Aprile 2017

Orari di apertura mostra: Martedì – Venerdì 15,30 – 19,30; Sabato 09,00 – 13,00 / 15,30 – 19,30

Contatti e riferimenti: 0733 – 909 447; museum@poltronafrau.it

 

 

 

PANNELLI IN MOSTRA

 

 

1.      LANCIATE IL VOSTRO SHUTTLE    

La spoletta volante                                                          

 

2.      POLLICI ILLUSTRI

La Polizza n°1

Museo e Archivio Storico Reale Mutua

 

3.      UNA CARTA DA RE                              

La forma vergata                                 
Archivio Cartiere Miliani - Fondazione G. Fedrigoni ISTOCARTA      

 

4.      FUMO DI LONDRA

La targa incendio              

Fondazione Mansutti         

 

5.      PAESAGGI SONORI                             

La fisarmonica         
Il Paesaggio dell’Eccellenza

 

6.      TORO RAMPANTE IN CAMPO AZZURRO    

La bottiglia                                

Casa Martini

 

7.      MUTUO SOCCORSO

Il Regio Decreto

Museo del Mutuo Soccorso

 

8.      TURBINE PER LA BELLA SOCIETÀ

La bassina                        

 Museo del Confetto “Giovanni Mucci”

 

9.      VINACCE ON THE ROAD
L’alambicco mobile            

Poli Museo della Grappa     

 

10.  LIBRO, SCATOLA E TACCUINO                  

Il campionario                                              

Casa Zegna – archivi e spazi espositivi

 

11.  INGRANAGGI 2.0

L’aquila confederale                    

Confindustria/Assolombarda

 

12.  UN CAFFÈ OTTIMO, ANZI REGALE
La Regina                                  

Officina Rancilio 1926        

 

13.   TEMPI MODERNI       

L’orologio Tre Treni                   

Museo dell’Orologio da Torre G.B. Bergallo

 

14.   SORSO ALLEGRO CON DEPERO                

La bottiglia Camparisoda                      

Galleria Campari

 

15.  ARCHITETTURE DI VELLUTO           

Il Punteggiato                            

Archivio Aziendale Rubelli

 

16.  TOUR EIFFEL ALL’OSTIENSE            

Il Gazometro                             

Archivio Storico e Museo Italgas

 

17.  UNA ROSSA PER CORSE PAZZE                 

La Lancia Astura                                  

Museo Nicolis dell’Auto, della Tecnica e della Meccanica

 

18.  L’ENERGIA DI UNA LIRA
Il contatore a moneta                 

Archivio Storico Enel         

 

19.   IL MOTORINO BATTE COME IL MIO CUOR   Il Cucciolo                            

 Museo Ducati         

 

20.  CON LE ALI SOTTO I PIEDI
La Vespa       

Museo e Archivio Storico Piaggio

 

21.  COME SPLENDE QUESTA LIQUIRIZIA!      

Le Amarelline                             

Museo della Liquirizia “Giorgio Amarelli”

 

22.  1 X 2                              

La schedina Sisal                                 

Archivio Storico del Gruppo Sisal 

 

23.  UN SANDALO DA OSCAR         

L’Invisibile                                 

Museo Salvatore Ferragamo

 

24.   7 MARCE SEMPRE IN CORSA          

Il trattorino universale                         

SDF Archivio Storico e Museo

 

25.  EXTRAORDINARIO                 

Il Cinturato                                

Fondazione Pirelli

 

26.  QUEL CANE MISTERIOSO
Il cane a sei zampe                     

Archivio storico Eni           

 

27.  VIA CON IL SETTEBELLO
L’ETR300                                            

Fondazione Isec                

 

28.  CERAMICA SQUADRATA

La serie Mondrian                       

Museo Artistico Industriale Bitossi

 

29.  DOLCE VITA IN MOVIOLA
La pressa Catozzo                      

Archivio Nazionale Cinema Impresa

 

30.  UNA SCATOLA PIENA DI STORIE              

            La Blue Box

            Archivio Storico Barilla

 

31.   CALCESTRUZZO SU RUOTE
La betoniera                              

Museo Cifa                       

 

32.  AUTOTUTTO ESPRESSO
L’Alfa Romeo 2                                    

Archivio Storico La Marzocco

 

33.  TEOREMA CAFFÈ            

La Pitagora                                

MUMAC – Museo della macchina per caffè di Gruppo Cimbali

 

34.  BELLA PEROTTINA                  

Il Programma 101                      

Associazione Archivio Storico Olivetti     

 

35.  LA PERSONA AL CENTRO

Il Fluimucil                       

Museo Zambon        

 

36.  INNOCENTE O COPEVOLE?

La Bionda                         

Archivio Storico e Museo Birra Peroni     

 

37.   SCINTILLE NEI MOTORI

Il Dinoplex                       

Archivio Storico Magneti Marelli

 

38.  AVVINCENTE COME L’ACCIAIO
La fotografia dei tubi         

Fondazione Dalmine 

 

39.  DISEGNATO DAL VENTO

L’Hirundo                                  

Fondazione Museo Agusta

 

40.  GESSATO DA CAMPIONI

La White Line                            

Fondazione Fila Museum    

 

41.  UN BRIVIDO DI PIACERE

Il bicchiere Brancamenta             

Collezione Branca

 

42.  MOLECOLA RIVOLUZIONARIA

Lo iopamidolo                  

Archivio Storico Bracco               

 

43.  BICI SENZA RAGGI
La bicicletta di Moser                  

Archivio Storico Fondazione Fiera Milano

 

44.  RODEO DOMESTICO

Il cavallo giocattolo                    

Museo del Cavallo Giocattolo       

 

45.  L’ESPRESSO SI FA BELLO

La Cupola                                  

Museo Alessi           

 

46.  CERNIERA DA EXPORT

          La Loira                                     

Fapim Museum

 

47.  OPERA D’ARTE A SCOMPARSA

Il Cestello                                  

Archivio/Galleria delle aziende Guzzini

          

48.  LA POLTRONA DA TG

L’Intervista                                

Poltrona Frau Museum

 

49.  ARCHITETTURA DOMESTICA

Il Piroscafo

Molteni Museum

 

50.  UN’IDEA IN TESTA
L’elmetto giallo                 

Fondazione AEM – Gruppo A2A    

 

51.  LA RIVOLUZIONE DELLA PLASTICA
La Louis Ghost                           

Museo Kartell          

 

52.  LA SCARPA DELL’ITALIA CHE PIACE
La forma Wedge      

Museo Rossimoda della Calzatura

 

53.  IL TROFEO DEI ROSSONERI

La Supercoppa

Museo mondo Milan

 

54.  DIARIO DI UN GIARDINIERE CURIOSO

L’Hortus Eystettensis                  

         Aboca Museum        

 

Download

Scroll to top